13 ottobre 2019

Per un menù settimanale ovo-vegetariano

Nota: "ovo-vegetariano" dicesi di chi pappa solamente vegetali, funghi e uova. Mi raccomando: se vuoi pappare uova, scegli solo quelle che provengono da allevamenti in cui le galline vengono trattate bene e che a fine carriera non vengono ammazzate, e che quindi vengono allevate fino alla morte naturale.

Per chi vuole diventare ovo-vegetariano come me ma ha paura che gli vengano in mente poche idee su cosa inghiottire ogni giorno, ho preparato i seguenti esempi di pasti abbastanza frugali, che sono sufficienti per un menù variato nell'arco di una settimana e oltre.

-------------------------------------------


Colazione:

Banana / pesca / mela
Fette biscottate integrali con marmellata
Pane integrale con marmellata
Spremuta di arancia
Finto latte di cocco o di cocco + mandorle
Succo di frutta 100%

Pranzo:

Mix di verdure crude: insalata, carote, finocchio, sedano, pomodorini, mandorle

Polenta con sugo "finto" (soffritto di carota, cipolla, sedano e pomarola/pelati)
Vellutata di zucca
Vellutata di asparagi

Risotto con cipolle e zafferano
Pasta integrale con...
- pesto
- broccoli
- peperoni, mandorle e pepe
- funghi
- olive e pomarola
- sugo di aglione e pomodoro
- sugo di carote, sedano, tofu, cipolla
- uovo
- zucchine

Cena:

Mix di verdure crude: carote, finocchio, sedano, pomodorini

Spinaci cotti
Cipolle cotte in agrodolce
Patate arrosto
Zucchine in forno
Peperoni in agrodolce in forno
Ceci
Fagioli
Fagili con l'occhio
Baccelli
Piselli
Fagiolini
Melanzane con olio e battuto di aglio, prezzemolo, origano e peperoncino
Fiori fritti
Cavolfiore
Uovo affritellato al pomodoro

------------------------------------------------------

Per un elenco di alimenti più vasto ti rimando al mio articolo "Sei vegano? Ma allora cosa mangi?"

Per un menù settimanale vegano, costituito da pasti più raffinati, ci sono ad esempio gli articoli del sito Vegolosi "Menu vegano settimanale veloce e bilanciato con la nutrizionista" (veloce? Non so quanto...) e "Dieta vegana: il menu settimanale con il nutrizionista", e l'articolo del sito Natureat "Menù settimanale vegan della nutrizionista: come tornare in forma".

A chi in generale ha difficoltà a passare da una dieta onnivora a una dieta vegana consiglio il sito Vegfacile.info.

06 ottobre 2019

Eliminare le note fra parentesi quadre su Word

Cercando sul web ho visto che non è facile trovare una pagina in italiano che spieghi come cancellare tutte le note fra parentesi quadra in un testo su Microsoft Word. Almeno durante la mia veloce ricerca ho trovato solo pagine in inglese, di cui una dava istruzioni che ho seguito e che non hanno funzionato. Poi ho trovato quelle che funzionano. Ed eccole qua nella nostra lingua.

Nota: seguendo questo metodo verrà annientata qualunque scritta comrpesa fra aperta e chiusa parentesi quadra, anche se non si tratta del classico numeretto che funge da nota, e anche se fra aperta e chiusa parentesi il testo va a capo.

Prima delle istruzioni ti riporto qui sotto un testo con un po' di note, così che tu lo possa copaire e incollare in un foglio Word per fare una prova.

------------------
OPIDOS è uno dei miei blog [1] il cui titolo è un acrostico [2] che sta per "OPinioni, IDee, OSservazioni". Per la vertà a volte inserisco anche istruzioni, quindi forse avrei dovuto chiamarlo "OPIDOSIS". Ma ormai sono abituato e affezionato a OPIDOS, e così continuerà a chiamarsi. Questo nome ha anche il pregio di non essere sfruttato da nessun altro sul web [3], almeno nel momento in cui sto scrivendo, almeno per quanto riguarda le pagine indicizzate su Google [4]. OPIDOS è anche una mia valvola di sfogo, dove scrivo su argomenti che mi fanno arrabbiare e rispondo a scemenze o ad atteggiamenti scemi che vedo sul web. Questo dovrebbe contribuire a calmarmi, ma è accaduto il contrario dopo che ho scritto un articolo sulle badanti provenienti dall'est Europa [5]. Cioè non dico che mi sono arrabbiato, ma ho perso un ennesimo pezzetto di fiducia nell'homo sapiens sapiens in quanto tante commentatrici e alcuni commentatori si firmavano come "Anonimo" nonostante la mia chiara e visibilissima richiesta di non farlo, richiesta che rimandava anche a un altro apposito post in cui fornivo spiegazioni e istruzioni in merito [6]. Inoltre non era servito a granché aggiungere una scritta in grassetto rosso poco dopo l'inizio dell'articolo per spiegare che non era mia intenzione generalizzare: c'era chi continuava a rispondere come se io ce l'avessi con la sua categoria in toto.
Che ci vuoi far? Pazienza. Del resto ho anche scritto un articolo in cui suggerisco come reagire a commenti maleducati sul proprio spazio web [7].
------------------

Ed ecco come fare per eliminare le note...

1)

Se le note (come nell'esempio sopra) sono collegamenti ipertestuali, incollale sul foglio Word, poi clicca sull'icona che compare sotto al testo incollato e scegli "Mantieni solo il testo"

2)

Porta il cursore all'inizio del testo

3)

Apri la finestra "Trova e sostituisci": mentre tieni premuti i tasti CTRL e SHIFT, premi T (questo vale per la versione italiana di Word)

4)

Nella finestra che ti appare, clicca sulla linguetta "Sostituisci"

5)

Nel campo "Trova" scrivi il seguente testo:

 (\[)(*)(\])


(ho usato l'evidenziazione gialla per farti notare che all'inizo del testo c'è uno spazio, perché essendo ogni nota preceduta da uno spazio, togliere solo la nota lascerebbe al suo posto un doppio spazio anziché uno spazio singolo nelle frasi in cui non è seguita dal punto; nelle frasi in cui è invece seguita da un punto, togliere solo la nota significherebbe mantenere il punto distanziato con uno spazio dalla parola che lo precede)

6)

Clicca sul tasto "Altro >>", facendo così espandere la finestra


7)

Metti la spunta a "Usa caratteri jolly" se non c'è già

8)

Clicca su "Sostituisci tutto"

9)

Clicca "OK" sulla finestra che ti informa del numero di sostituzioni che sono state effettuate.

04 ottobre 2019

La legge sul testamento biologico è poco chiara e incompleta

La legge sulle disposizioni antipiate di trattamento, abbreviato DAT, nel gergo comune testamento biologico è un passo avanti rispetto ai problemi interpretativi della normativa vigente, ma non è abbastanza. Non è abbastanza chiara.

Non si capisce cosa si può disporre e cosa no nel testamento, e in quali casi può valere.

Quand'è che il medico deve obbedire a un testamento biologico in cui il paziente ha scritto che non vuole essere alimentato e idratato? Solo quando il paziente è terminale? E di quanto tempo dev'essere la prognosi infausta affinché lo si possa classificare come "terminale"?

Al paziente è permesso lasciarsi morire anche se il paziente soffre di una patologia cronica che gli consentirà di vivere per molto tempo, ma che gli dà una totale invalidità? E quali requisiti deve avere esattamente per potersi classificare come grave invalidità?

Al paziente è permesso lasciarsi morire solo se la sua patologia dà grande dolore? Nota: il rischio soffocamento ogni volta che uno viene alimentato non è dolore, ma dà grande disagio... quindi?

Quali sono i criteri grazie ai quali si può dire che una persona non si risveglierà mai dal coma? Che succede se la probabilità è non nulla, ma molto molto molto piccola, tipo 1 su 1000 ?

Non si sa.

Quindi la legge sulle DAT si presta maledettamente a interpretazioni. Ed è proprio quello che non dovrebbe succedere, data l'importanza dell'argomento.