14 febbraio 2015

Spam nello sviluppo personale: una piaga sociale molto trash

Ti racconto di una delle tante email che ho ricevuto. E che ho trovato nella cartella “spam” dove giustamente Gmail l’aveva collocata e dalla quale non ho avuto motivo di tirarla fuori. Te ne riporto una versione modificata: ho cambiato i nomi delle persone e delle tecniche pubblicizzate, e anche il sito. E anche ho corretto un errore di sintassi, non volendo infierire eccessivamente.
Mi chiamo Zuzza Baruzza e rappresento in Italia Mister BrulloStrullo e la sua tecnica portentosa (www.strullo-internetional.com).
Vorrei proporle questo sistema ad integrazione della sua attuale offerta.
Il sistema di PappaPupping è uno strumento estremamente semplice che sviluppa la naturale capacità innata di ognuno di manifestare. [nota: nel campo dell’evoluzione personale per “manifestare” si intende di solito “far accadere nella realtà ciò che si è immaginato”]
Insegno questo strumento in una giornata di lavoro oppure in sessioni private.
Abbinato al PappaPupping, Mister BrulloStrullo ha sviluppato anche LifePupping e il SelfPupping, che fanno lavorare sull'essere, affinché le proprie risorse siano focalizzate sulla versione migliore di sé e verso il sé superiore.
Questi due strumenti necessitano di un coaching individuale.
Le mando una presentazione di Mister BrulloStrullo ed il suo sistema per visionarla e valutare se è possibile offrire questo prezioso strumento ai suoi follower.
Nel caso in cui fosse interessato, ma non volesse offrire questo strumento tramite il mio supporto, a maggio 2015 ci sarà la formazione ad hoc per diventare Practitioner Certificato.
La ringrazio per l'attenzione e le porgo i miei più cordiali saluti

Zuzza Baruzza
Orbene, la Zuzza Baruzza che senza il mio consenso mi scrive per offrirmi la tecnica portentosa PappaPupping per manifestare, l’unica cosa che ha manifestato per ora è illegalità e non rispetto della netiquette.
Infatti è illegale oltre che maleducato inviare messaggi pubblicitari senza previo consenso del destinatario (no, senza autorizzazione non si può inviare neanche un solo primo messaggio, neanche se c’è il link per la cancellazione, altrimenti si chiama spam, che come purtroppo non tutti sanno è un illecito penale).

Zuzza vuole insegnare ad ottenere la versione migliore di sé stessi. Se la versione migliore di lei è delinquere, quella peggiore cos’è? Fare le messe nere vestita da Hello Kitty?
E in che stato ridurrà le persone che abboccano, quelle che partono già talmente socio-ignoranti e sprovvedute da accettare offerte spam?

Già, perché i prodotti e i servizi pubblicizzati illegalmente NON si comprano. A parte che chi te li offre è ovviamente uno che non lavora bene, perché a quanto pare è costretto a comportarsi illegalmente per farsi strada… anche se si trattasse di un prodotto o un servizio ottimo NON lo si dovrebbe comunque acquistare. Perché acquistarlo significa dire a chi lo vende “Bene, continua a importunare la gente. Continua a sparare nel mucchio facendo perdere tempo a centinaia o migliaia di persone non interessate; va benissimo che loro ci perdano e tu ci guadagni”.
Spammer della malora, devi fare lead generation regolarmente. Devi farti trovare da chi cerca qualcosa, non tu andare a disturbare. Puoi:

- spendere del tempo per creare un blog + scrivere articoli sul blog maniera da farti trovare con Google per determinate chiavi di ricerca + strutturare il blog in modo che persuada il lettore a iscriversi alla tua mailing list

- spendere del denaro per delegare queste cose a qualcun altro

- pagare Google Adwords o simili per pubblicizzare il tuo sito

…e così avrai degli indirizzi email a cui inviare la tua pubblicità legalmente.
Oppure puoi sempre acquistare da una apposita società di marketing una lista di email i cui titolari hanno dato il consenso a farsi inviare pubblicità.

Tutte cose che costano tempo e/o denaro, lo so.
Ma non per questo gli altri (onesti) devono farlo e tu no.
Non hai il fiocco rosso.

Quindi fai marketing legalmente come gli altri oppure cambia mestiere. Perché se qualcuno dei tuoi destinatari si è svegliato male rischi di passare il brutto quarto d'ora che ti meriti col Garante della Privacy. Questa è la dura verità. E gli spammer non la vogliono accettare. Gliel’ho spiegato alla Zuzza Baruzza e lei m’ha risposto “sei fuori di testa”. No, non sono io fuori di testa. Sei tu che devi andare fuori dai piedi, che è grazia se non t’hanno preso a calci. Spammer e pure capra che non capisce di avere torto marcio.

Non dare un centesimo agli spammer. Furbetti o capre che siano. Per nessun motivo.

Cosa ti consiglio di fare invece? Rispondere al messaggio? Sta a te decidere.

Quando lo spam è organizzato per delinquere pesantamente funziona così: rispondere significa comunicare che il tuo indirizzo email è funzionante, e quindi sei un buon bersaglio per altri messaggi pubblicitari.
Se ritieni che si tratti di invece spam artigianale perpetrato da gente poveretta, come di solito è in Italia, allora ti invito a rispondere inviando il link a questo articolo…

…che chiudo riassumendo-riassumendo con un paio di similitudini:

- Scegliere un insegnante di sviluppo personale che si riduce a mezzucci spammucci per racimolare clienti è come scegliere un insegnante di pittura fra i teppistelli che imbrattano i muri con sconci disegnini.

- Affidarsi a uno spammer per avere più clienti è come affidarsi a uno spacciatore di eroina per risolvere i propri problemi di ansia.

Aggiornamento: Occhio, ché non necessariamente tutte le pubblicità e le newsletter sono spam. Ne parlo in quest'altro articolo.

Ti è piaciuto questo articolo? Amerai quelli di Psicoperformance!
Clicca qui e visita Psicoperformance.com

1 commento:

Anonimo ha detto...

Fra l'altro dal messaggio non è sembrata nemmeno un gran genio del copy... forse se proprio Zuzza Baruzza cominciasse a manifestare come si deve può darsi che le appaia Valerio Conti e sarebbe la sua svolta... :)))

Posta un commento

--- IMPORTANTE --- Per evitare spam ed eccesso di spazzatura stupidiota, i commenti sono soggetti a moderazione, quindi non compaiono immediatamente il loro invio. Se non vuoi inserire il tuo nome anagrafico, usa un nick; se non sai come fare clicca in alto su "COME COMMENTARE". Mi riservo di non approvare commenti di utenti che compaiono come "Anonimo", perché questo potrebbe generare confusione in caso di più utenti anonimi.