28 ottobre 2014

Multa con autovelox e ricorsi: come andò con Ricorsi.net

Ricorsi.net è un’iniziativa dell'associazione "Istituto per la Difesa del Consumo". Il sito è molto ben fatto: ha un blog con varie sentenze, offre spiegazioni sulla legislazione e mette a disposizione un eBook su come fare ricorsi contro le multe.

E per quanto riguarda i servizi offerti? In occasione di una multa presa con l'autovelox anni fa, decisi di sperimentare l'aiuto di Ricorsi.net per mettere a disposizione dei miei lettori la mia esperienza...

Inviai allo staff la scansione della multa. Mi risposero che dopo averla analizzata avevano dedotto che sussistevano elementi per poter fare ricorso.

Naturalmente Ricorsi.net non promette vittorie sicure, come non lo promette nessuno che possa dirsi onesto. Almeno al tempo, però (2010), dichiarava che dalle loro statistiche risultavano accolti 7 ricorsi su 10.

Sul sito c'era scritto che prima è bene far ricorso al Prefetto, e dopo, in caso di respingimento, fare ricorso al Giudice di Pace. Per avere due possibilità anziché una sola.
Sbagliato: salvo i casi in cui c'è stato un errore evidentissimo e innegabile (tipicamente targa errata, scambio di persona), fare ricorso al Prefetto è completamente inutile, visto che viene respinto di sicuro. Quindi si tratta di una perdita di tempo e di soldi. Solo che al tempo non lo sapevo.

Nel mio caso all'inizio sembrava che paradossalmente io avessi fatto bene a fare ricorso al Prefetto, perché quest'ultimo mi dette una risposta generica, standardizzata e senza rispondere sulle mie specifiche argomentazioni, e una sentenza passata aveva stabilito che una risposta del genere decretasse il torto del Prefetto e quindi l'annullamento della multa, indipendentemente dal merito. Ma non andò così (vedi sotto).

E insomma cosa feci io?

Volendo appunto vedere come sarebbe andata servendomi di Ricorsi.net, invio i 39 euro allora richiesti per farmi scrivere il ricorso con le varie argomentazioni secondo loro persuasive sull'illegittimità della multa, ricorso che firmerò e presenterò al Prefetto.
Ricevuta l'ovvia lettera con cui il Prefetto rimbalzava il mio ricorso raddoppiandomi l'importo della multa (ovvia, ma allora non per me e stranamente neanche per persone del mestiere come lo staff di Ricorsi.net), decido di continuare il test e andare dal Giudice di Pace.

Prima però mi rivolgo al mio avvocato per chiedergli cosa ne pensa delle argomentazioni scritte dallo staff di Ricorsi.net.
Mi risponde che si tratta di argomentazioni così ridicole che rischiano di far pensare al giudice "Questo vuole prendermi per scemo". Ad ogni modo faccio ricorso lo stesso, ma solo perché, come detto sopra, il mio avvocato ha individuato ho un'argomentazione in più, l'unica che dà una qualche speranza di vittoria, e cioè la risposta del Prefetto generica, "standardizzata" e non argomentata, che già in letteratura aveva determinato da sé la vittoria del ricorrente.
Nel ricorso al Giudice di Pace comunque aggiungo anche le argomentazioni presentate al Prefetto che Ricorsi.net aveva scritto.

Risultato del ricorso: il Giudice di Pace non tiene conto della sentenza da me citata e respinge il mio ricorso. Unica nota positiva, riporta la multa all'importo originale.

Stavolta il Prefetto è stato dettagliato, rispondendo punto per punto alle argomentazioni scritte dallo staff di Ricorsi.net, e il Giudice gli h dato ragione.

Ecco, ho sperimentato e questo è il risultato. E mi pareva giusto pubblicare il tutto per mettere in guardia i miei lettori dall'illusione di facili ed economici annullamenti di multe.

Ti è piaciuto questo articolo? Amerai quelli di Psicoperformance!
Clicca qui e visita Psicoperformance.com

9 commenti:

Anonimo ha detto...

anch'io ho avuto una simile esperienza con ricorsi.net, dopo aver pagato ho ricevuto da loro un ricorso troppo generico, sarebbe andato bene per qualsiasi caso analogo al mio (omessa comunicazione dati conducente), molte, forse troppe argomentazioni anche contrastanti fra loro, assolutamente poco credibile, l'attesa di qualche giorno per ricevere il ricorso serve solo a farci credere che te ne stiano facendo uno apposta per te, al telefono si molto cortesi ma anche molto lavativi nel dare risposte, ad es.: vai tranquillo che il giudice di pace non ti chiede niente etc etc ...fatto sta che sia il prefetto che il giudice di pace hanno rigettato il ricorso.. aggiungo che nel loro sito vengono spesso cancellati i commenti negativi, nel video di presentazione al min. 00:39 scrivono addirittura tutti i ricorsi sempre vinti, 100% utenti soddisfatti (min. 00:45), basta guaradare cosa dicono di loro nelle altre pagine web e si capisce tutto

Marco ha detto...

Anche tu però sei molto generico, col tuo nick "Anonimo". Eppure negli avvertimenti l'ho anche scritto, di firmarsi per bene.

Big Joe Conrad ha detto...

Ciao io sono un tipo piuttosto prudente ma negli anni ho preso qualche sanzione un po' bruciante.
Con il ricorso scritto da loro, inviato al Prefetto, una volta ho vinto contestando la multa per un semaforo rosso, credo che il comune (Bellusco), interpellato, non avesse nemmeno risposto e hanno perso. Con un divieto di sosta a Saronno però ho perso io. Il Prefetto non mi ha degnato di una motivazione, invece c'era un buon motivo di ricorrere: erogatori dei tiket guasti, mancanza di parcheggi liberi, un caos urbanistico perchè era giorno di mercato.
E' un po' inquietante che da ricorsi.net ci diano quelle istanze preconfezionate. Anche le mail di risposta. Da un lato bisogna che i cittadini si oppongano a una pratica molto scorretta degli enti locali che non ha nulla a che vedere col rispetto delle norme ma è puro parassitismo, d'altro lato questi di ricorsi.net mi sembra che se ne approfitino alla grande e tu li paghi (non poco) rischiando di raddoppiare la sanzione.
Adesso ho preso un semaforo rosso molto ingannevole, sembrava guasto sul giallo... e sono passato poi è scattato, a Moirago. Ma non mi fido a fare il ricorso al prefetto con loro, mi hanno mandato le solite argomentazioni preconfezionate. 39 euro è il costo del ricorso ma, se perdo, la sanzione raddoppia da 180 a 360 euro, una follia.

Anonimo ha detto...

Pietro, ieri 16.05.2018 mi e stato notificato un verbale per un autovelox per aver superato il il limite di 40 km, oggi su interneto o travato ricorsi.net mi hanno chiesto 49 euro per presentare il ricorso, voi cosa mi consigliate di fare qquesto ricorso oppure si perde gia in partenza e dopo bisogna pagare il doppio del verbale la mia multa e di 538 euro piu un mese di sospensione della patente

Marco ha detto...

In che senso "Pietro," ? Nel senso che ti chiami Pietro? In tal caso andrebbe scritto nell'apposito spazio (vedi link in alto "Come commentare".

La risposta alla tua domanda credo tu possa dedurla facilmente dai contenuti dell'articolo!

Unknown ha detto...

Pessima esperienza con ricorsi.net. Ho fatto ricorso al giudice di pace di Venezia per una multa per mancata comunicazione dati conducente e le argomentazioni di ricorsi.net non sono nemmeno state prese in considerazione. Per assurdo, l'unico motivo che ha fatto slittare la sentenza al prossimo anno è quello dei termini di notifica, inserito dal sottoscritto e sconsigliatomi da ricorsi.net.
Risultato: soldi buttati e tempo perso.
Sconsiglio vivamente tutti di avvalersi di questo sito per eventuali ricorsi.

Marco ha detto...

Chi ha avuto esperienze con Ricorsi.net (sia positive sia negative) può scrivere il suo feedback non solo qui, ma anche alla loro apposita pagina, e cioè
https://ricorsi.net/approfondimenti/risorse-utili/recensioni.html

Particolarmente interessante ho trovato quello di Patrizia, che alle obiezioni del responsabile del sito ha risposto evidenziandone il nessun pregio:
https://tinyurl.com/y9enghcx

In questo modo Patrizia mi ha risparmiato la risposta che avrei dovuto dare allo stesso responsabile di Ricorsi.net, che mi scrisse qualcosa di simile in una lunga email nel 2014, circa tre settimane dopo la pubblicazione di questo articolo, da cui si diceva offeso e mortificato.

Anonimo ha detto...

Confermo la pessima esperienza con Ricorsi.net! mi è stata trasmessa una bozza di ricorso (al Prefetto) con molti errori (sia di forma che di sostanza). I motivi del ricorso erano estremamente generici e nulla si diceva dell'unico vero motivo per cui valeva la pena presentare ricorso... il motivo per cui li avevo contattati. Vengono con ogni probabilità utilizzati dei format molto molto genereici e purtroppo datati, non più in linea con le disposizioni di legge vigenti... Ovviamenmte ho cestinato il documento. Sconsigliatissimo!

Marco ha detto...

Lo vogliamo leggere il paragrafo subito sotto la scritta "Posta un commento" ?
Non commentate come anonimi, diamine.

Posta un commento

--- IMPORTANTE --- Per evitare spam ed eccesso di spazzatura stupidiota, i commenti sono soggetti a moderazione, quindi non compaiono immediatamente il loro invio. Se non vuoi inserire il tuo nome anagrafico, usa un nick; se non sai come fare clicca in alto su "COME COMMENTARE". Mi riservo di non approvare commenti di utenti che compaiono come "Anonimo", perché questo potrebbe generare confusione in caso di più utenti anonimi.