17 giugno 2015

Giudice che simula sbadataggine? Boh.

Racconto di una questione ormai vecchiotta di qualche anno, che mi spinse fra l'altro a scrivere l'articolo intitolato "Ingiuria/diffamazione/molestia via web? Querela contro ignoti, anche se sai chi è stato".

Avevo querelato un tizio che via email aveva ingiuriato me insieme a tutta la categoria dei vegani (a sua detta tutti pazzi e imbecilli).

Interrogato dalla Polizia Postale, aveva confessato di essere stato lui a inviare quell'email contenente quelle offese. Dall'indirizzo IP sarebbe stato facile, del resto, provarlo.
Ciò nonostante la giudicia lo assolse per insufficienza di prove sul fatto che il mittente fosse lui. Nessun interesse nell'individuare l'indirizzo civico legato all'indirizzo IP, disponibile nel documento allegato alla querela, e nessuna considerazione del verbale della confessione, perché era stata fatta senza la presenza di un avvocato difensore (grossolano errore della Polizia Postale).

Ma chi viene assolto in sede penale non è detto che non debba un risarcimento in sede civile. Così feci causa civile, dove il verbale dell'interrogatorio con la confessione avrebbe potuto essere preso in considerazione, e infatti lo allegai all'atto di citazione.

Come andò?
Lo capirai leggendo lo scambio di email di vari mesi dopo fra il mio avvocato e il sottoscritto, che riporto di seguito (NB: in legalese "produrre" significa "allegare"; GDP sta per Giudice Di Pace)

------------------

Ciao Marco
la sentenza in allegato ha respinto la tua domanda.
Sono senza parole.

wat
Non ho prodotto documenti? [questo diceva la sentenza]

Ma sono stati prodotti!!
L'interrogatorio della Polizia Postale non era stato prodotto? La
giudicessa l'ha smarrito?
Marco

È stato prodotto, certo

E allora che cavolo dice?

Interpreta il documento in modo sbagliato.
Dice il GDP che siccome è stato assolto nel penale allora va rigettata la domanda anche nel civile

Ok, ma insieme a questo dice anche che non è stato prodotto nessun documento a supporto della mia affermazione. E questo contraddice gli atti! Non è una questione di opinioni. È come dire che non ti è arrivata la raccomandata, e io ho in mano la ricevuta di ritorno firmata da te...

Lo so.
I documenti sono allegati alla pratica.
Purtroppo la giustizia è questa.

Domanda: siccome non mi riesce credere che la giudicessa sia così
"sbadata" da non notare che il documento era invece allegato, secondo
te perché si è finta tale?
Forse per scoraggiare la gente dal fare causa per evitare che la
giustizia si intasi?

Forse perché ha capito che tanto essendo stata difficoltosa la notifica tanto non avresti cavato un ragno dal buco.
Poi secondo me si è fatta influenzare dal fatto che nel penale era stato assolto.
Ma non ha capito quello che io avevo scritto o forse non lo ha letto: il tizio è stato assolto non perché non ha detto quella frase, ma perché la Polizia di Catania ha sbagliato a verbalizzare le sue dichiarazioni autoindizianti senza avvocato.
Ho l’impressione però che non abbia letto niente.
Non credo nella giustizia da un pezzo ormai….

------------------

In effetti se io allego un documento e un giudice dice "Qui non c'è nessun documento allegato"... questa giustizia mi fa pensare a una scena del film "Il marchese del grillo"...



...con una fondamentale differenza: a chi non vede la carta non si può certo dire, come concludeva il Marchese, "voi non siete un cazzo". Tutt'altro...

--------------------

Aggiornamento 2017:

Dopo 2-3 anni sta storia è spuntata di nuovo. Cosa mi arriva a casa?

Una lettera con cui l'Agenzia delle Entrate mi chiede 217 euro per questioni relative alla registrazione di quella causa civile. L'impiegato dell'Agenzia delle Entrate a cui mi sono rivolto mi ha spiegato che probabilmente al tempo non pagai appunto la registrazione della causa. Ma allora non bastava dirlo subito, invece che aspettare 2 anni e mezzo e inviarmi una sanzione?

Ti è piaciuto questo articolo? Amerai quelli di Psicoperformance!
Clicca qui e visita Psicoperformance.com

Nessun commento:

Posta un commento

--- IMPORTANTE --- Per evitare spam ed eccesso di spazzatura stupidiota, i commenti sono soggetti a moderazione, quindi non compaiono immediatamente il loro invio. Se non vuoi inserire il tuo nome anagrafico, usa un nick; se non sai come fare clicca in alto su "COME COMMENTARE". Mi riservo di non approvare commenti di utenti che compaiono come "Anonimo", perché questo potrebbe generare confusione in caso di più utenti anonimi.